Unione dei Comuni Gallura

Provincia di Sassari
  • Seguici su:
 Inserito il 15 Luglio 2020    Aggiornato il 1 Aprile 2021  

Segnalazione di illeciti - Whistleblowing

Segnalazioni da parte dei dipendenti delle pubbliche amministrazioni di condotte illecite di cui siano venuti a conoscenza in ragione del rapporto di lavoro, ai sensi dell’art. 54-bis del d.lgs. 165/2001 (così detto “whistleblowing”).

L’istituto del whistleblowing è stato introdotto in Italia dalla legge n.190 del 6 novembre 2012, «Disposizioni per la prevenzione e la repressione della corruzione e dell'illegalità nella pubblica amministrazione», in ottemperanza a raccomandazioni ed obblighi convenzionali nel contesto di diritto internazionale (ONU, OCSE, Consiglio d’Europa) e dell’Unione Europea.

In particolare, la Legge n.190/2012 aveva inserito nel dlgs n.165 del 30 marzo 2001 (Norme generali sull'ordinamento del lavoro alle dipendenze delle amministrazioni pubbliche) l’articolo 54-bis prevedendo un regime di tutela del dipendente pubblico che segnala condotte illecite di cui sia venuto a conoscenza in ragione del rapporto di lavoro.

La disciplina è stata poi integrata dal decreto legge n.90 del 24 giugno 2014, convertito nella legge n.114 dell’11 agosto 2014, (Misure urgenti per la semplificazione e la trasparenza amministrativa e per l'efficienza degli uffici giudiziari) e, più recentemente, con la legge n.179 del 30 novembre 2017, (Disposizioni per la tutela degli autori di segnalazioni di reati o irregolarità di cui siano venuti a conoscenza nell’ambito di un rapporto di lavoro pubblico o privato).

A tal scopo Anac mette a disposizione questo canale per le segnalazioni di illeciti:  https://servizi.anticorruzione.it/segnalazioni/#/